Cashmere Vegetale: la nuova fibra proveniente dall’innovazione tessile cinese
, / 2267 0

Cashmere Vegetale: la nuova fibra proveniente dall’innovazione tessile cinese

SHARE
Cashmere Vegetale: la nuova fibra proveniente dall’innovazione tessile cinese

Alla moda oggi non è richiesto soltanto di essere sempre più innovativa nel design e nello stile delle collezioni, ma di saper essere anche al passa con la tecnologia rispettando i parametri dell’ecosostenibilità. Le aziende oggi puntano molto sulla ricerca, non solo nella scelta della tipologia di lavorazione ma anche nella selezione delle fibre che meglio si possono adattare a queste nuove esigenze.

Tra le ultime scoperte anche il nostro cashmere sembra muoversi verso direzioni sempre nuove e sorprendenti: una di queste scoperte è il Cashmere Vegetale, conosciuto per l’estrazione della sua natura anche come fibra proteica di soia: è ricavata infatti dalle proteine globulari estratte utilizzando la tecnologia biochimica dalle globuline del residuo di una varietà di soia che cresce in alcune regioni della Cina. Al momento infatti gli unici al mondo a poter produrre questa nuovo tipo di fibra naturale sono i ricercatori e tecnici cinesi, i primi ad aver sviluppato e autonomamente il processo di industrializzazione.

Il Cashmere vegetale presenta delle proprietà pregiate che gli permettono di competere con la fibra di cashmere, mostrandosi pertinente alla produzione di capi e tessuti dalle caratteristiche più alte. Si prevede infatti che nei prossimi tempi possa facilmente diventare una produzione dominante in campo internazionale, in sostituzione o in unione a fibre come cashmere animale, seta naturale, lana, lino e cotone.

Aspetto elegante e luminosa come la seta, la fibra in cashmere vegetale dona al capo piacere al tatto e un profondo senso di benessere, grazie alla sua costituzione di amminoacidi in perfetta affinità con il corpo, che offrono straordinaria sensazione di protezione alla pelle.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: