Claudio Cutuli: piccoli regni d’eleganza, memoria ed artigianalità in Italia
, / 1512 0

Claudio Cutuli: piccoli regni d’eleganza, memoria ed artigianalità in Italia

SHARE
Claudio Cutuli: piccoli regni d’eleganza, memoria ed artigianalità in Italia

E’ impossibile resistere al fascino di una sciarpa firmata Claudio Cutuli: non vi è riuscita l’Arma dei Carabinieri, e non vi è riuscito neppure Brad Pitt, immortalato da Vanity Fair con indossa una stola firmata Cutuli. Leggera, classica, nera, perfetto per il suo look nero, un po’ gentlman un po’ casual al fianco della moglie Angelina.

Ancora una volta è l’America a chiamare l’Italia in fatto di moda, dove ancora dettiamo tendenza con il nostro lusso, la nostra eleganza ed un Made in Italy che è segno distintivo di benessere e garanzia. Ma c’è un altro fattore che fa la differenza, ed è la memoria: la nostra capacità di tramandare la memoria, le tecniche che ci vengono dalla tradizione, e non è un caso che nella storia di Cutuli questo fattore sia di grande valore al tatto della manifattura delle sue creazioni.

Lo stilista e chiunque vi entri in contatto, non parla mai infatti di accessorio o semplice stola, ma parla di creazione, opera, che nel suo colore e nella sua lavorazione parla di quella famiglia calabrese da cui il designer discende e che cona ben cinque generazioni. Un caso oggi assolutamente eccezionale.

I tessuti nobili come canapa, cashmere, seta, lino, bambù e lana si lasciano così plasmare dalla forza della tinta, estratta direttamente dalle forme della natura, da quell’ancora inesplorato mondo di possibilità che sono quello animale, vegetale e minerale. A ciò Cutuli aggiunge la sua mano maestra, quel tocco inimitabile che trasforma ogni piccolo spazio dedicato al marchio in un piccolo regno, nel quale di perde e si respira il sapore di una clientela internazionale.

Amalfi, Bevagna, Maratea e Roma: ecco le tre location italiane in cui potervi perdere tra le meraviglie artigianali firmate da Claudio Cutuli.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: