Passione, cashmere e arte: 50 anni di moda per Laura Biagiotti
, / 1221 0

Passione, cashmere e arte: 50 anni di moda per Laura Biagiotti

SHARE
Passione, cashmere e arte: 50 anni di moda per Laura Biagiotti

Se il re del Cashmere si chiama Brunello Cucinelli ed è ritenuto tale non solo in Italia ma anche all’estero, la “Queen of Cashmere” è Laura Biagiotti, donna di moda e imprenditrice che quest’anno festeggia i 50 anni di una delle maison italiane di maggior successo e che soprattutto portano avanti una tradizione di lavoro tutta al femminile.

La storia è iniziata nel 1965 con Delia, che inizia firmando le divise delle hostess Alitalia, fino ad aprire la prima sartoria Biagiotti in Via Salaria a Roma. Un piccolo mondo che cresce lentamente con Laura, che eredita la passione della madre, e che prende in mano le redini dell’atelier concentrandosi maggiormente sulle possibilità di espressione dell’abito, che sarà realizzato a mo’ di opera d’arte. Non è un caso che molte siano le collezioni che richiamano l’eleganza e la morbidezza sinuosa degli abiti che un tempo raccontavano i fasti e la storia della Capitale.

Laura però non si ferma qui: i contatti con il resto del mondo si intensificano sempre di più, tanto che negli anni ’80 è la prima stilista a portare la sua collezione in passerella nella Cina comunista con 30 modelle cinesi per 50 abiti in seta e cashmere. Riconosciuta così come signora dell’eleganza, i titoli non si contano e non ultimo è quello datole dal New York Times come “Queen of Cashmere” per la sapiente arte di aver reso così espressivo il cashmere, un tessuto che lei definisce vicino al cielo e per il quale nutre un grande amore. Il cashmere emette un calore quasi umano e ha quindi funzioni terapeutiche, poi è un bene durevole, resiste alle mode “usa e getta” e consente di patrimonializzare un oggetto che resta a lungo con noi, come un libro o un quadro“, ha spiegato la stilista in un’intervista rilasciata al Corriere dell Sera.

Un successo che quindi nasce da una passione, dal desiderio instancabile di fare della moda qualcosa di più che un’esigenza pratica, ma la possibilità di poter esprimere un’amore e una tradizione.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: