Cashmere e filosofia: pensare, creare e realizzare visioni in un capo
, / 1278 0

Cashmere e filosofia: pensare, creare e realizzare visioni in un capo

SHARE
Cashmere e filosofia: pensare, creare e realizzare visioni in un capo

Sono numerose le imprese che passano per il nostro blog, di cui ci troviamo a raccontarne la storia, i progetti e le collezioni: dietro ogni azienda c’è spesso una tradizione di famiglia, un sogno o un obiettivo che muove tutti quegli attori che contribuiscono alla creazione di un capo. Tutte diverse e affascinanti, sono in realtà le loro visioni e idee a rendere un capo diverso dall’altro, perché chi opera nel settore della moda inseguendo un sogno o una passione cerca molto di più che i ricavi salgano.

Dietro ogni impresa possiamo quindi riconoscerne una filosofia, che definisce così l’obiettivo o meglio la mission dell’impresa. Questo accade naturalmente anche per le imprese che decidono di fare del cashmere non solo una passione ma un mestiere, facendone la materia principale che plasmerà un’intera collezione.

Quando parliamo di cashmere si apre così dinanzi a noi una visione molteplice, che richiama al mondo naturale nella sua complessità, nel suo comprendere l’essere umano, quanto il vegetale e l’animale. Così quando indossiamo un capo in cashmere pensiamo un po’ al pelo di quelle capre al vello d’oro che vivono in spazi meravigliosi ma a temperature rigidissime, ma pensiamo anche all’attenzione e alla cura di chi si occupa di raccogliere il cashmere, e di chi ancora ama lavorarlo in modo artigianale, muovendo le proprie mani su un telaio. Infine pensiamo a chi vuole vedere realizzato infine un prodotto che al tatto susciti queste affascinanti visioni apportando un benessere fisico e spirituale.

E quando accade questo, realizzare un capo e farlo arrivare ad una clientela che nel vestito cerca un modo di essere e di esprimersi, è allora che si fa filosofia.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: