Alle donne piace “Cashmere”: il capo evergreen sensuale ed elegante
, / 2166 1

Alle donne piace “Cashmere”: il capo evergreen sensuale ed elegante

SHARE
Alle donne piace “Cashmere”: il capo evergreen sensuale ed elegante

Il Cashmere oggi ha assunto un ruolo assolutamente privilegiato nel guardaroba maschile e femminile: non è un caso che i maggiori brand di lusso e di grande successo all’estero prevedano un numero alto di capi in cashmere, sia d’estate che d’inverno, perché come sappiamo la pregiata fibra si presta ad ogni stagione. Per non parlare delle aziende che sono nate proprio sul desiderio di fare del cashmere il proprio settore privilegiato: il distretto tessile umbro ne è un chiaro esempio.

Suscita grande curiosità, addentrandosi nella storia della moda e del costume, come le donne abbiano sempre manifestato un debole per il cashmere e infatti il vello d’oro è ancora oggi indiscutibile capo sinonimo di eleganza, armonia e benessere. La pregiata fibra nel tempo ha esercitato un forte fascino anche attraverso il cinema: si pensi ai pullover in cashmere come quello indossato da Lana Turner nel film “Vendetta”, certamente un’arma molto efficace quello di far indossare ad un’attrice un capo dettando le nuove tendenze.

Il cashmere però è riuscito anche ad uscire dall’etichetta di “tendenza” diventando un vero e proprio “evergreen”, e chi l’aveva intuito fu già l’acutissima Coco Chanel. Ben nota è la frase in cui diceva: “Nessun uomo ti farà sentire protetta e al sicuro, come un cappotto di cashmere e un paio di occhiali neri”, segno che il cashmere oltre ad essere un capo sempre perfetto e raffinato, si sa anche prendere cura del corpo e della pelle delle donne.

E che dire della sensualità che sa dare solo un capo in cashmere, soprattutto il maglione, e a confermarlo fu la bellissima e bravissima attrice Mariangela Melato, che mostra come per una donna vedere il cashmere indossato da un uomo esercita un certo charme: “Avevo 17 anni, dissi alla mamma che andavo al cinema con un’amica, e invece, presi il treno per Roma. Incontrai il mitico Luchino e mi parve bellissimo, affascinantissimo, elegantissimo nel suo cappotto scuro. Avendomi a un certo punto presa sottobraccio, sentii per la prima volta cos’era il cashmere!

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: