Badiali Cashmere: passione e ingegno sul filo del cashmere
, / 2488 0

Badiali Cashmere: passione e ingegno sul filo del cashmere

SHARE
Badiali Cashmere: passione e ingegno sul filo del cashmere

Diverse volte ci siamo occupati di Badiali Cashmere: l’azienda umbra è sempre in attività, non solo nella realizzazione di collezioni ma anche prendendo parte ad eventi divertenti come “Spoleto in gioco”e con le sue continue aperture di punti vendita non solo in Umbria: l’azienda al momento infatti vanta sei Factory Store ad Outlet, di cui due a Foligno, e poi a Bevagna, a Spoleto, Norcia e Roma.

Badiali nasce da una grande passione, quella di Adele Badiali che sin da piccola ha sempre amato lavorare le maglie con i ferri: un progetto che la giovane inizia a condividere con il marito nel 1983 con il quale fonda la prima sede, la A.b Creazioni a Foligno in Via Fiamenga. Da quel momento prende vita un’azienda a conduzione di tipo familiare che ancora oggi viene portata avanti dai figli: il primo ad entrarvi è Igino, oggi co-amministratore delegato e responsabile della produzione.

La storia di Badiali si muove in due tappe: nella prima fase l’azienda produce sono capi fatti a mano in lana e misto lana di diverse finezze, poi dal 2000 l’acquisto di macchinari elettronici fa cresce l’azienda che si impegna nella realizzazione di capi rasati in cashmere e misto cashmere, conquistando l’attenzione delle grandi distribuzioni. E’ poi nel 2005 che viene lanciato il brand Badiali, inaugurando la vendita diretta dalla propria sede storica. Importanti saranno i contratti firmati con la Coop Italia e con la Conad del Tirreno. Il successo e la crescita del marchio continuano con l’apertura di nuovi punti vendita, con l’entrata nell’azienda anche del figlio Leonardo.

Nel tempo il cashmere è diventata la più grande risorsa creativa dell’azienda, simbolo di lusso e raffinatezza che incarna perfettamente la filosofia del marchio.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: