Il Cashmere per ANT: le aziende donano parte del profitto
, / 1362 0

Il Cashmere per ANT: le aziende donano parte del profitto

SHARE
Il Cashmere per ANT: le aziende donano parte del profitto

Torniamo a parlare di eccellenze umbre, stavolta in prima linea per sostenere la Fondazione ANT: dal 6 al 9 Marzo 2014 si è tenuto infatti un temporary shop presso la sede ANT di Perugia in Via dei Filosofi 74 a Perugia,  in collaborazione con Tasselli Cashmere, Satibibò, Sofia Rocchetti e il patrocinio della Provincia di Perugia.

La moda ha celebrato la solidarietà in quattro giornate dedicate alla vendita di svariati prodotti di lusso a prezzi scontati, dalle collezioni uomo e donna firmate Tasselli agli accessori e borse di Satibibò,  ma anche all’intrattenimento gastronomico e con un delicato omaggio alle donne in uno speciale reading. Il ricavato dell’iniziativa è stato devoluto al Progetto Melanoma ANT in Umbria, che fino ad ora ha già offerto dall’Ottobre 2011 ben 1.308 visite specialistiche gratuite per il controllo accurato della pelle e la diagnosi precoce di lesioni sospette.

Si è trattato di un esperimento di grande successo e che è riuscito a tenere fede agli obiettivi che la delegata ANT Elisabetta Torzuoli si era preposta: “La Fondazione in collaborazione con le Aziende Tasselli Cashmere, Satibibò, Sofia Rocchetti e con il patrocinio della Regione Umbria presenta un “nuovo” esperimento che vede al centro la solidarietà e le eccellenze umbre del settore moda, arte e enogastronomia”. Anche questa volta l’Umbria si è mostrata una delle regioni più attive nel saper valorizzare il proprio patrimonio, realizzando sinergie tra i suoi settori più importanti uniti per una causa umanitaria importante.

Sentiti i ringraziamenti di ANT che ha potuto contare sul grande sostegno offerto da aziende leader della Regione Umbria, per poter portare avanti il suo prezioso progetto di ricerca.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: