Un sciarpa in cashmere tinta al Sagrantino

Per chi ama accessori speciali e originali, e che hanno una storia da raccontare a cominciare dalla loro nascita e creazione prima ancora che entrare nella storia di ciascuno di noi, ecco una delle novità più memorabili del trascorso Pitti Uomo 85: Firenze è rimasta letteralmente a bocca aperta dinanzi alla creazione della sciarpa in cashmere tinta al Sagrantino di Montefalco firmata da Claudio Cutuli, il maestro tintore di Bevagna.

E’ il must della collezione autunno-inverno 2015 dello stilista, all’insegna del caldo e del morbido che traspare dalla raffinata texture artigianale proposta che vuole graffiare, come ha raccontato il maestro che per le creazioni si è ispirato al rock: “Un linea rock ispirata alle grandi metropoli come New York, ai locali underground e i garage radical chic dove la musica si leva e vibra nell’aria”, ha spiegato Cutuli. A  questa ispirazione si aggiunge anche quella della pittura novecentesca, prediligendo forme irregolari, elementi geometrici e astrattismo, ricreando sui tessuti una tela d’ arte e sensazioni. Uno stile deciso per il cittadino individualista e controcorrente, in una filosofia fashion che ama mescolare colori naturali e forme sofisticate.

Sfumature più classiche come nero, grigio e moro incontrano colori più di tendenza come zucca, verde, carminio per l’appunto tinto con il vino e oro nero ispirato ai colli dell’Umbria realizzando così unioni di colori e tinture che fanno delle sue sciarpe un accessorio unico ed esclusivo, protagoniste indiscusse del prossimo inverno. Consigliate a chi non tralascia mai la cura del dettaglio per vivacizzare il proprio look.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: