Pitti Uomo 85: il resoconto dell’edizione 2014

Il salone della moda internazionale Pitti Uomo chiude con grande successo la rassegna 2014: numeri alti, coinvolgimento reciproco tra imprese e distributori sempre più attenti alle esigenze del consumatore, energia e creatività sono gli elementi che hanno segnato con positività i dati di chiusura, i traguardi e le novità che hanno caratterizzato questa edizione. Rispetto all’anno scorso l’interesse suscitato dalla mostra l’interesse è nettamente salito come conferma l’amministratore  delegato di Pitti Immagine Raffaello Napoleone: “Pitti Uomo n.85 e Pitti W n.13 si sono conclusi all’insegna della positività, con un confortante aumento delle presenze rispetto ai risultati dello scorso Gennaio”.

Dati che fanno ben sperare per l’edizione del prossimo Giugno grazie al grande numero di visitatori e compratori: Abbiamo raggiunto quasi 21.000 compratori, circa 30.000 visitatori in totale, e sono tornate a crescere anche le presenze dall’Italia: non potevamo sperare di meglio, siamo molto soddisfatti e carichi di entusiasmo in vista del prossimo Giugno”, ha concluso l’amministratore delegato.

Un successo e un entusiasmo che sono giunti anche attraverso l’interazione con i social network con foto agli stand, alle collezioni e agli eventi che hanno coinvolto anche gli assenti, concedendo loro di respirare l’atmosfera della rassegna all’insegna di collezioni variegate e contemporanee sempre attente alla qualità e alla ricerca stilistica.

L’affluenza dei compratori è stata senz’altro uno dei risultati alti più graditi: 20.800 presenze totali, nettamente in aumento rispetto ai 2.450 intervenuti nel Gennaio 2013, raccogliendo anche numeri positivi sul fronte italiano raggiungendo una crescita del 4% grazie alle 13.00 presenze fisiche. Forte attenzione anche dai buyer stranieri, grazie anche all’aumento dei compratori dagli Usa ma soprattutto alta è stata l’attenzione da parte dell’Asia, Medio Oriente, Oceania, Sud e Centro America e Africa, un tempo inaspettate. La Top 20 dei mercati esteri però vede in testa Giappone, Germania e una Turchia in continua crescita nel mondo del fashion.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: