Manetti Cashmere e i ragazzi dell’Enrico Fermi di Empoli: premiati dal Goethe Institute

al_lavoro_con_il_tedesco_manetti_cashmere_goethe_premiazione_about_casmereLa Bruno Manetti Cashmere ha partecipato alla realizzazione di un progetto che vede al centro del suo interesse la lingua tedesca e la sua spendibilità in campo commerciale: coinvolti in questa iniziativa sono stati i ragazzi dell’Istituto Enrico Fermi di Empoli, tra le poche scuole in Toscana che prevedono l’apprendimento della lingua tedesca. I ragazzi per partecipare al progetto dovevano avvalersi di un’azienda che li supportasse nel percorso, e la loro scelta è caduta sulla Manetti Cashmere: il signor Manetti, conoscitore della lingua tedesca,si è rivelato un ottimo partner per le classi 4Ce e 5Ci che hanno avuto l’occasione di fare due visite all’interno dell’azienda di Montespertoli, intervistare il signor Manetti e approfondire con i docenti rudimenti di Economia Aziendale.

Si è passati poi alla fase più creativa e interessante del progetto: insieme alla Manetti Cashmere i ragazzi si sono impegnati nella realizzazione di un prodotto da immettere sul mercato tedesco, mettendo in pratica l’incontro e la collaborazione nata con la Manetti e le loro conoscenze commerciali e di marketing. E’ nato così SCHACK, che in tedesco è l’incontro tra le parole sciarpa e giacca: nasce così una sciarpa in cashmere che all’interno contiene una giacca-piumino e un maglioncino. Infine fase fondamentale è stato il lancio pubblicitario del prodotto, e lo hanno fatto attraverso uno spot.

Un lavoro che è valso ai ragazzi la premiazione del Goethe Institute, curatore dell’iniziativa “Al lavoro con il tedesco” che ha visto coinvolti i ragazzi: il 30 Maggio infatti i ragazzi del Fermi vedranno dinanzi ad una giuria di esperti il loro duro ma anche entusiasmante lavoro premiato.

La grande novità e l’obiettivo primario del progetto è quello di far familiarizzare da subito i ragazzi con il mercato del lavoro, utilizzando nell’immediato le loro conoscenze pregresse che subiranno un arricchimento grazie alla collaborazione in prima linea con aziende del settore. E’ un’iniziativa che dimostra come investire sui giovani, che si sentiranno seguiti e indirizzati da esperti del settore, e soprattutto come già dalla scuola possano nascere sinergie che si trasformano in prodotti creativi che vedono luce già sul mercato del lavoro.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: