Loro Piana: 1,6 milioni investiti in Argentina per salvare le vicune

loro _piana_salva_vicuna_about_cashmereLoro Piana torna nuovamente in prima linea nella difesa della vicuna, rilevando il 60% dell’azienda argentina Sanin che dispone di un uso dell’85% del territorio della Catamarca. La vicuna è tra gli animali più in vista da cui è possibile ricavare fibre preziose per la realizzazione di pregiati tessuti bianchi.

Non è la prima volta che l’azienda arriva in soccorso di territori che rischiano di essere abbandonati, perchè già nel 2008 i figli Sergio e Pietro Loro Piana dedicarono una riserva in Perù al padre Franco Loro Piana, e che oggi conserva ancora il suo nome. L’azienda ha investito in Argentina ben 1,6 milioni per l’acquisto degli 85 mila ettari di cui dispone la Sanin che ha accesso alla tosatura della vicuna che vive selvaggia: una decisione che per Loro Piana ha un doppio valore perchè non solo c‘è la possibilità di salvaguardare il prezioso animale, ma anche quella di offrire un’opportunità di lavoro ai campesinos.

A incoraggiare Loro Piana in questo investimento è stata anche l’esperienza positiva della riserva in Perù, ma soprattutto la preziosità di questi animali che meritano l’allevamento migliore e la salvaguardia per ciò che offrono al settore tessile. Sembra che in occasione infatti di questa operazione argentina Loro Piana dal prossimo anno creerà una linea che segnalerà le particolarità tessili della vicuna argentina. E intanto edito da Skira, la nuova avventura di Loro Piana rivive in un libro fotografico dal titolo “Vicuna – la regina delle Ande”, è il terzo libro pubblicato dopo quelli dedicati ad altri due progetti importanti dell’azienda come Baby Cashmere e Fiori di Loto. Ma le avventure non si fermano perchè sembra in vista un nuovo progetto che vedrà come protagonisti assoluti i risultati eccellenti che è possibile ottenere da fibre naturali come la lana.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: