Vacanze, Cashmere e Scozia: Year of Creative Scotland 2012

Un viaggio non è solo occasione di relax, ma è anche la possibilità di scoprire culture, tradizioni e scenari differenti da quelli che scandiscono le nostre vite ogni giorno. Il consiglio infatti è quello di documentarvi bene sulla destinazione delle vostre vacanze prima di raggiungerla, così da poterne scoprire meglio tutte le sfaccettature e non perdervene nemmeno una. Se state ancora pensando come trascorrere le vacanze e più che di un’estate al mare avete voglia di una vacanza all’insegna di viaggi per le città più interessanti d’Europa, allora nella vostra lista di luoghi da visitare non mancate di segnare la Scozia.

L’anno 2012 in Scozia festeggia “Year of Creative Scotland 2012”, occasione per scoprire i capi di creazione scozzese che privilegiano la qualità e l’unicità. Se amate quindi i capi in cashmere, quest’estate prestate molta attenzione alla boutique più prestigiose come la Pringle e la Edinburgh Wollen Mill.

La Scozia vanta una storia di produzione tessile molto fiorente: la produzione di cashmere è inziata circa 200 anni fa, precisamente nel 1797 in un negozio chiamato “Johnstons”, nelle Highland scozzesi. Nacque e cominciò così una produzione specializzata, molto attenta alla lavorazione, alla cura e alla qualità che porto alla creazione dello Scottish Cashmere Club, nato proprio per garantire che si mantenesse un’altissima qualità nella produzione scozzese del cashmere, un obiettivo che è rimasto indiscusso fino ad oggi.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: