J. Mendel alla New York Fashion Week 2012

Abiti, pantaloni e maglie che esaltino la silhouette e forme squadrate che cadano leggere sul corpo: la moda anni 40′ e 50′ si rivela ancora una volta motivo ispiratore, rielaborate però con un tocco di modernità. Sono collezioni che attraversano passaggi temporali, quelle presentate in occasione della New York Fashion Week, presentando le collezioni 2012-2013.

Bianco e Nero, eleganza e sensualità: sono le due chiavi che J. Mendel mette in risalto nella sua collezione invernale. Pantaloni lunghi e slancianti la figura abbinati a coat in cashmere, magari con un po’ di pelliccia, ma senza esagerare per non cadere nell’effetto artificioso. Non mancano le gonne: lunghe in chiffon oppure corte con particolari effetti cromatici in giochi di luce bianchi e neri. Per chi ama però giocare anche con altri colori, allora senape, avorio e prugna diventeranno colori gettonati della stagione.

Nella collezione scarpe privilegia lo stivaletto e il decollète: le caviglie quindi sono messe in primo piano al pari delle gambe. Stop alle borse extralarge che hanno dominato per qualche anno: torna la borsa handbags, tocco di femminilità e dettaglio.

E per la sera effetto vedo-non vedo: sempre rigorosamente in nero e con qualche pajette che contrasti il colore scuro. Abiti avvolgenti, che ricordano quasi la bellezza di una divinità greca.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: