Hermès, Dior, Yves Saint Laurent, Givenchy, Gucci, Roberta di Camerino, Kenzo i must del carrè di seta

Negli anni cinquanta era quasi un obbligo indossarlo, serviva in auto, sulle decapottabili dell’epoca per non sciupare l’acconciatura con il vento, era indispensabile per una rapida visita in chiesa , era glamour per una corsa in moto, legato alla russa dietro la nuca. Negli anni settanta diventa un must lanciato da Hermès come accessorio indiscusso delle dive da Audrey Hepburn, Jacqueline Kennedy, Grace Kelly, Sofia Loren. Si portava annodato sotto la gola e accompagnato da occhiali scuri firmati, oppure annodato al manico della borsetta che all’epoca era quasi sempre piccola e dai manici rigidi. Da allora il famoso quadrato di seta, classico il 90 X 90, ha passato momenti bui di abbandono e rilanci clamorosi, come ora che viene riproposto da Kenzo in cashmere, o mixato con seta e altri filati pregiati.

Il ritorno del foulard ha interessato ogni grande stilista e ogni maison ha il suo, colori, fantasie e particolari originali contraddistinguono ogni diversa griffe. Il foulard è duttile si adatta ai gusti e alle abitudini di chi lo porta, al collo come sciarpa, in testa come copricapo, annodato in vita come copricostume, come cintura, al polso come gioiello, legato alla borsa come nota di stile.

Colorato o in tinta unita , classico, o fashion ha addirittura attirato il talento e la curiosità di grandi artisti che ne hanno disegnato alcuni modelli storici: Picasso, Henri Matisse, Salvador Dalì e Bernard Buffet davanti al carrè quadrato non hanno resistito, lasciando la loro impronta immortale.

Per la nuova stagione 2012 Emilio Pucci lo ha pensato in seta e ha creato cinture-foulard con una fibbia gioiello; Gucci invece oltre ai suoi classici carrè ha riportato alla luce il foulard “flora” che nel 1966 disegnò per la Principessa Grace di Monaco.Kenzo invece lo ha sognato in cashmere e ne ha realizzati di strabilianti.
Il foulard è magia, sogno, un tocco di sè ovunque.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: