Fedeli dal 1934 al cashmere (Fedeli Luigi cashmere)

Un marchio che nasce nel 1934 a Monza da un’idea di Luigi Fedeli il capostipite. L’azienda a quell’epoca si occupa della lavorazione del feltro e della creazione di cappelli con un’accesa competizione con la città di Alessandria; Fedeli iniziò cosi  l’attività, fabbricando copricapi ma non solo in pelle o feltro ma anche in maglia che sarebbero diventati in poco tempo un vero must.

Da quel lontano 1934 inizia il cammino del marchio Fedeli, azienda lombarda ad andamento familiare,e che oggi rappresenta sul mercato internazionale una garanzia di eccellenza nell’abbigliamento in maglia made in Italy.

L’azienda è arrivata a Luigi Fedeli, terza generazione, che si autodefinisce «artigiano del lusso». Negli anni a cavallo tra il  Cinquanta e il Sessanta il padre Nino evolve la produzione oltre i copricapi, ormai demodé, ma punta tutto sulla  maglieria, che diventa la punta di diamante del marchio Fedeli. Acquista,  alcuni  telai, per quegli anni avveneristici, provenienti dall’Inghilterra che ancora sono in funzione nella fabbrica di Monza  e diventa pioniere in Italia di un nuovo pregiato esclusivo e lussuoso filato: il cashmere. Nel 1946 Fedeli apre a Milano, una boutique in via Montenapoleone 8;  quando il quadrilatero della moda è ancora una vaga idea latente nella mente dei futuri stilisti di oggi. Nata con l’ insegna «Red and blue», il monomarca Fedeli non si è mai spostato, ed è stata riconosciuta bottega storica dal Comune di Milano nel 2010, è un punto di riferimento per tutti quelli che amano l’ abbigliamento uomo o donna elegante ma pratico, lussuoso ma sobrio, con grande attenzione ai materiali e alle finiture, che rendono i capi firmati Fedeli delle icone del cashmere.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: