Dal Canada regenerative design: upcycled intimo in cashmere

Interessante e assolutamente nuova per noi italiani, anzi azzardiamo pure il termine sconosciuta, la singolare produzione di un’azienda canadese che produce intimo in cashmere. L’iniziativa nasca dall’esigenza di fare fronte alle basse temperature che vengono registrate laggiù, dove gli inverni sono rigidissimi, e associa la realizzazione di intimo molto esclusivo al concetto di “regenerative design”, in pratica i filati pregiati vengono riciclati e trasformati in calde e maliziose culotte, canotte, brassiere e ogni possibile capo di intimo.

I capi vengono anche realizzati su ordinazione e personalizzati.

“Sartoria” cosi si chiama la geniale azienda ha riportato alla luce tecniche vecchie di un secolo reinterpretandole in una chiave aggiornata per riciclare un matariale prezioso come il cashmere.

Nel luogo di origine l’idea è molto apprezzata viste le temperature polari,  e i capi che nascono dalle macchine da maglieria sono deliziosi e morbidissimi. Due collezioni dedicate sia alle donne che agli uomini, con in più la possibilità di avere un capo specifico su ordinazione con caratteristiche specifiche. Dicevamo geniale ma anche glamour e pratico, un vero baluardo pregiato contro il freddo canadese.

Related Article

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: